Austria, guai per Kurz: indagato per favoreggiamento della corruzione

VIENNA – Raffica di perquisizioni a Vienna, dove una indagine dell’anti-corruzione sta facendo tremare i vertici della politica austriaca. Sul cancelliere Sebastian Kurz, sul suo addetto stampa e su alcuni suoi fedelissimi pende infatti una indagine per favoreggiamento della corruzione e concussione. Pare, stando alle prime ricostruzioni dei magistrati, che Kurz ed i suoi abbiano utilizzato fondi pubblici per promuovere una immagine quanto più positiva possibile del cancelliere, pubblicando all’occorrenza anche sondaggi falsificati. Pronta la smentita delle società d’indagine coinvolte come le rassicurazioni da parte dei partiti di maggioranza. Sul piede di guerra, invece, le opposizioni, convinte che il ‘castello di carta’ di Kurz stia per crollare.

(C) RIPRODUZIONE RISERVATA | Fonti: AdnKronos

Pio Guerra

Scrivo su Notiziæ dal 2020 e su Editoriale sin dalla sua fondazione. Sono appassionato di storia, motori e giornalismo. Collaboro anche con alcune testate locali.

Articoli consigliati