Cannabis, Santori: “La coltivo e ne faccio uso”.

Mattia Santori: "coltivo cannabis".

Mattia Santori: “Voglio dare rappresentanza ai 500mila coltivatori ‘responsabili’ che vengono invece criminalizzati”.

Hanno fatto scalpore le dichiarazioni di Mattia Santori, leader delle Sardine e consigliere comunale a Bologna. Santori ha dichiarato di coltivare cannabis e farne uso dalla maggiore età: “Io rappresento un mondo ben noto, al di là delle ipocrisie, rischio la mia libertà e dico che denunciando me si denuncia chi si ribella, chi vuole togliere soldi alla criminalità, mentre abbiamo di fronte uno Stato che obbliga sei milioni di consumatori di cannabis a rivolgersi al mercato nero“. Ad Adnkronos, aggiunge: “A questo punto voglio dare rappresentanza ai 500mila coltivatori ‘responsabili‘ che vengono invece criminalizzati”.

Non si sono fatte attendere le reazioni politiche, a partire da quella del sindaco di Bologna, Matteo Lepore: “Mattia finora ha lavorato bene, spero che non voglia sprecare tutto“. “Sono perché la legge sia rispettata anche quando la si vuole cambiare”, ha aggiunto Lepore. Intanto, il deputato di Fratelli d’Italia, Gianluca Vici, riferisce di aver segnalato Mattia Santori alla Prefettura di Bologna.

Santori non si tira indietro: “Il mio è un assist alla politica: io rischio la mia libertà personale, serve la stessa fermezza da parte del Partito Democratico. Salvini minaccia sfracelli e crisi di governo? Il Pd mostri la stessa fermezza nel volere in Aula la legge, nel volerla portare a casa. D’altra parte a Milano, nel corso degli stati generali sulla cannabis, lo scorso 8 luglio, su 47 oratori il PD ne schierava ben 23, allora credo che serva che il partito faccia capire con chiarezza la sua posizione, perché finora il Partito Democratico è stato il grande assente“.

Fonte: Adnkronos

Antonio Spina

Studente di Ingegneria Meccanica, amante dei motori e aspirante giornalista. Insomma, cose che vanno benissimo insieme.

Articoli consigliati