Tassisti, proteste in tutta Italia con petardi e fumogeni.

Protesta tassisti.

Proteste tassisti in tutta Italia, da Roma a Milano. Petardi, fumogeni e cori contro Draghi per il Ddl concorrenza.

Non si fermano le proteste dei tassisti contro il Ddl concorrenza. Oggi a Roma, Torino e Milano, centinaia di operatori del settore hanno occupato le piazze con le loro auto per protestare contro l’esecutivo di Mario Draghi, reo di voler liberalizzare il settore. A Roma, in Via del Corso, petardi e fumogeni, oltre a cori contro Draghi e Uber. “Chiediamo che il governo stralci l’articolo 10 del Ddl concorrenza e apra subito un tavolo di confronto con tutti gli attori interessati”, è la richiesta delle organizzazioni sindacali dei tassisti.

A Torino, i tassisti occupano Piazza Vittorio Veneto: “Continueremo così fino a che non avremo risposte certe. L’articolo 10 del Ddl deve essere stralciato. Siamo stanchi di non ricevere risposte e siamo pronti a bloccare le città”, annunciando ulteriori proteste a sorpresa. Stessa situazione a Milano, in Piazza Duca d’Aosta: “Rimarremo qui fino a quando non avremo risposte dal governo”, spiegano.

Emilio Boccalini, vicepresidente di Taxiblu 02.4040, spiega: “Dalla giornata di ieri e per i prossimi due giorni almeno, i rappresentanti delle associazioni Taxi milanesi, unitamente a quelle provenienti da tutte le altre città italiane, saranno a Roma dove nella giornata di giovedì presumibilmente si terrà il voto sull’articolo 10 del Ddl concorrenza che rischia di cancellare la categoria se non verrà stralciato. Un voto cruciale per i destini di diverse migliaia di lavoratori. In queste ore abbiamo avuto modo di incontrare diverse delegazioni di partiti politici, i quali in larga parte se non praticamente tutti, ci stanno manifestando la loro vicinanza, riscontrabile nei tanti emendamenti presentati nelle scorse ore proprio all’ articolo 10 del Ddl concorrenza”.

Prosegue l’esame in Commissione Attività Produttive della Camera del Ddl concorrenza. Secondo alcune fonti, si starebbe lavorando ad una riformulazione dell’articolo 10, quello che liberalizza il settore taxi.

Fonte: ANSA.it

Antonio Spina

Studente di Ingegneria Meccanica, amante dei motori e aspirante giornalista. Insomma, cose che vanno benissimo insieme.

Articoli consigliati