Rigassificatore a Piombino, accordo raggiunto.

Rigassificatore, raggiunto accordo a PIombino per tre anni.

Trovato l’accordo per il rigassificatore nel porto di Piombino. Concordata la messa in funzione presso la banchina, per almeno 3 anni.

Raggiunto, dopo una riunione al Mite, l’accordo per il rigassificatore, necessario per garantire la sicurezza energetica secondo i piani del Governo. Presenti il ministro della Transizione Ecologica, Roberto Cingolani, il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie, Mariastella Gelmini, i rappresentanti della Presidenza del Consiglio, il capo di Gabinetto, Antonio Funiciello, e il consigliere economico, Francesco Giavazzi, il Commissario straordinario per il rigassificatore e Presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani, l’amministratore delegato di Snam, Stefano Venier e i rispettivi staff.

Il Mite: “Si è discusso della inderogabile necessità di installare il rigassificatore nell’area di Piombino per garantire la sicurezza energetica nazionale nei tempi stabiliti dal piano del Governo”. L’impianto verrà messo in funzione presso la banchina al più presto, per un periodo non superiore ai tre anni. Sarà compito dello Snam identificare un sito alternativo che ne consenta il successivo utilizzo per un periodo più lungo.

Fonte: Adnkronos

Antonio Spina

Studente di Ingegneria Meccanica, amante dei motori e aspirante giornalista. Insomma, cose che vanno benissimo insieme.

Articoli consigliati