Gas russo, Gazprom taglia forniture all’Europa

Gas russo, Gazprom annuncia taglio alle forniture

Gazprom annuncia taglio alle forniture di gas russo attraverso Nord Stream 1 a partire da mercoledì 27 luglio

Gazprom annuncia un ulteriore taglio alle forniture di gas russo alla Germania – e, quindi, all’Europa – attraverso Nord Stream 1. La riduzione dei flussi giornalieri al 20% comincerà mercoledì 27 Luglio, ufficialmente per lavori di manutenzione ad un’altra turbina. Da mercoledì, quindi, il flusso sotto il Mar Baltico scalerà a 33 milioni di metri cubi al giorno, contro una capacità giornaliera del gasdotto pari a 167 milioni di metri cubi.

Secondo il Cremlino, sotto accusa per la riduzione delle forniture di gas all’Europa, la storia dimostra l’affidabilità della Russia sul gas. Putin avverte: se la controversia sulla turbina mandata in riparazione in Canada non venisse risolta per tempo, un’ulteriore manutenzione porterebbe ad una riduzione dei flussi attraverso il Nord Stream 1.

Il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov, risponde ad Olaf Scholz sull’inaffidabilità della Russia: “Queste affermazioni sono in assoluto contrasto con la realtà e con la storia delle consegne. Anche nei momenti più difficili, la parte russa ha continuato ad adempiere ai propri obblighi. E il fatto che ora si sia verificata una diminuzione del volume delle consegne è dovuto alle restrizioni illegali che gli stessi europei hanno introdotto, in particolare la Germania”, ha dichiarato Peskov, secondo cui sono “gli europei stessi a soffrire per queste restrizioni”.

Fonte: Adnkronos

Antonio Spina

Studente di Ingegneria Meccanica, amante dei motori e aspirante giornalista. Insomma, cose che vanno benissimo insieme.

Articoli consigliati