Ucraina, spari contro l’inviato del Papa. Sta bene

KIEV – Attimi di apprensione a Zaporizhia, dove alcune raffiche di proiettili hanno raggiunto il minibus su cui stava viaggiando il cardinale elemosinieri Konrad Krajewski, inviato del Papa in Ucraina. Con lui, due vescovi – uno cattolico ed uno protestante – ed un soldato. A bordo del mezzo, aiuti umanitari.

Il prelato si stava avventurando nella “linea di fuoco”, la zona del campo di battaglia dove gli scontri tra le parti si fanno più intensi. “Per la prima volta non sapevo dove fuggire” ha detto a Vatican News Krajewski, ricordando che in questi casi non conta basta correre ma “bisogna sapere anche dove”.

Nonostante la paura, però, nessuno dei quattro membri della piccola delegazione è rimasto ferito.

Fonte: Ansa

Pio Guerra

Scrivo su Notiziæ dal 2020 e su Editoriale sin dalla sua fondazione. Sono appassionato di storia, motori e giornalismo. Collaboro anche con alcune testate locali.

Articoli consigliati